Presentazione V: Anne Martin

37942_165498103464164_4365283_n

Dopo una lunga assenza, Intérpretes y Traductores al desnudo – Interpreti e Traduttori allo scoperto riprende l’attività per offrirvi la quinta intervista del Blog. La protagonista di questa pubblicazione sarà una interprete britannica. Questa volta vi presento Anne Martin.

Anne, che ormai da tempo si è stabilita a Granada e che ha due figlie, è nata un 13 luglio nella città di Liverpool. È una figura conosciuta nell’ambito dell’interpretazione di conferenze in Spagna e nella docenza e ricerca a livello universitario. Infatti, è Professoressa di prima fascia d’Interpretazione e Coordinatrice del Master in Interpretazione di Conferenze presso l’Università di Granada, oltre ad essere Interprete di Conferenze freelance come membro dell’AICE (Asociación de Intérpretes de Conferencia de España). A livello formativo, ha conseguito una Laurea in Traduzione e Interpretazione presso l’Università Heriot-Watt di Edimburgo e un Dottorato in Traduzione e Interpretazione all’UGR.

Una curiosità: racconta che la sua principale area di ricerca attuale è “interpretazione e ideologia”. Tuttavia, è conosciuta soprattutto per essersi dedicata alla docenza nell’ambito dell’Interpretazione per i Servizi Pubblici, il che include l’Interpretazione Giuridica (in particolar modo per quanto riguarda il processo dell’11-M). “Oltre a ciò, ho formato parte del comitato che aveva come scopo fare lobbying a favore di una trasposizione adeguata della Direttiva UE 2010/64 sul diritto alla traduzione e interpretazione nei procedimenti penali“, aggiunge.

“Vivo da tempo in Spagna”, racconta. “Anche se ho vissuto pure in Argentina e Belgio… e nel Regno Unito (of course!)”. Da brava interprete, Miss Martin ha viaggiato per tutto il mondo; nella sua lista di paesi visitati si annoverano l’Australia, il Brasile, il Paraguay, Cuba, Stati Uniti, Marocco, Tunisia e la maggior parte dei paesi europei (soprattutto l’Italia, che è un paese che adoro”). Dipendente confessa del cioccolato e appassionata di politica, viaggi, mangiare, leggere, fare trekking, animali, jazz e giardinaggio, le piace anche “cucinare come modo di esprimere affetto”. Poi ama le cose semplici come, curiosamente, i temporali, la luna piena e un po’ di salutari risate. Non sopporta l’ingiustizia, la gente che crede di sapere tutto né tantomeno la slealtà (“sia nella traduzione/interpretazione che nella vita…”).

Rivolgendo uno sguardo al futuro, vuole continuare ad essere felice e fedele a sé stessa, aiutare in quello che le risulti possibile e non fare del male a nessuno. Poi, come molti di noi, vorrebbe fare un uso più razionale del proprio tempo, riprendere le lezioni d’italiano, imparare fotografia, vedere un’aurora boreale e visitare la Grecia, un paese in cui non è ancora stata.

Se qualcuno desidera sapere più su di Anne nell’intervista, può inviare delle domande.

Per formulare domande, avete tre opzioni diverse:

– con un commento alla fine di questo stesso articolo;

– con un messaggio privato alla pagina di Facebook del Blog;

– con una mail a sebgfa@gmail.com.

Ricordate che bisogna chiarire se volete che le domande siano anonime. In caso di non ricevere una richiesta che lo specifichi, l’identità della persona che fa la domanda verrà rivelata.

Grazie a tutti e a presto!

Anuncios